MODELLI TEORICI DI RIFERIMENTO:

Modello gestaltico: il qui ed ora, la continuità e interazione tra organismo e ambiente, la responsabilità, cioè l’abilità a rispondere agli eventi di vita

Modello sistemico: il sistema e la circolarità, la presentificazione dei vissuti emotivi, la narrazione

Modello neo-ericksoniano: immaginazione ed immagini, accesso ai contenuti simbolici del sogno

APPRENDIMENTO ESPERIENZIALE  FOCALIZZATO SU:

Teoria del sé e del duplice contatto tra il mondo interno e il mondo esterno e le sue disfunzioni

Il concetto di autoregolazione organismica, data la saggezza inconscia dell’individuo e l’intrinseca capacità di adattarsi all’ambiente in cui si muove

La ricerca della consapevolezza nei livelli: sensoriale, corporeo, emozionale, immaginativo, cognitivo e relazionale, e l’integrazione tra gli stessi

Lavoro corporeo e artistico-espressivo sulle strutture caratteriali e blocchi emozionali

La Scuola è destinata a tutte le persone che vogliono intraprendere una nuova professione, ai Dirigenti di qualsiasi funzione, ai Responsabili del personale, ai quadri e a tutti i Professionisti interessati a sviluppare le proprie risorse, la propria efficacia comunicativa, la gestione dei rapporti interpersonali e delle risorse umane.

Perché è importante il COUNSELLING nelle aziende?

Un’azienda sensibile alla dimensione umana, o meglio umanista, tende a sviluppare nel personale una motivazione profonda, il senso di appartenenza e la convinzione intima che ognuno abbia il proprio posto e valore nell’impresa. All’interno delle organizzazioni lavorative il professionista formato come COUNSELLOR, facilita la critica costruttiva, la risoluzione positiva dei conflitti e lo spirito collaborativo, per rafforzare il team di lavoro.

Il COUNSELLOR è un professionista della relazione di aiuto, con una “tradizione” ormai consolidata nel mondo anglosassone e statunitense, che si colloca, anche in Italia, tra le professioni impegnate nel sociale. Offre il suo tempo, la sua attenzione interessata e partecipativa, nonché il suo rispetto a chi si trova in una condizione di difficoltà e di incertezza, con la necessità di chiarire alcuni aspetti di sé, anche in rapporto all’ambiente che lo circonda. Aiutare gli altri ad aiutarsi è una delle funzioni principali del COUNSELLOR.

Il COUNSELLOR si occupa di situazioni che riguardano l’area del benessere, in cui la necessità è quella di potenziare i punti di forza della persona che si trova in difficoltà. Si focalizza pertanto sul “qui e ora”, sulla problematica del presente. Le finalità di intervento sono il supporto, l’orientamento, lo sviluppo dell’autonomia decisionale e il training di abilità specifiche. Le competenze del COUNSELLOR integrano quelle di altre professioni, ad esempio quelle che operano in campo educativo (insegnanti, allenatori, educatori) e sanitario (fisioterapisti, medici, infermieri).

MODELLI TEORICI DI RIFERIMENTO:

Modello gestaltico: il qui ed ora, la continuità e interazione tra organismo e ambiente, la responsabilità, cioè l’abilità a rispondere agli eventi di vita

Modello sistemico: il sistema e la circolarità, la presentificazione dei vissuti emotivi, la narrazione

Modello neo-ericksoniano: immaginazione ed immagini, accesso ai contenuti simbolici del sogno

APPRENDIMENTO ESPERIENZIALE  FOCALIZZATO SU:

Teoria del sé e del duplice contatto tra il mondo interno e il mondo esterno e le sue disfunzioni

Il concetto di autoregolazione organismica, data la saggezza inconscia dell’individuo e l’intrinseca capacità di adattarsi all’ambiente in cui si muove

La ricerca della consapevolezza nei livelli: sensoriale, corporeo, emozionale, immaginativo, cognitivo e relazionale, e l’integrazione tra gli stessi

Lavoro corporeo e artistico-espressivo sulle strutture caratteriali e blocchi emozionali

La Scuola è destinata a tutte le persone che vogliono intraprendere una nuova professione, ai Dirigenti di qualsiasi funzione, ai Responsabili del personale, ai quadri e a tutti i Professionisti interessati a sviluppare le proprie risorse, la propria efficacia comunicativa, la gestione dei rapporti interpersonali e delle risorse umane.

Perché è importante il COUNSELLING nelle aziende?

Un’azienda sensibile alla dimensione umana, o meglio umanista, tende a sviluppare nel personale una motivazione profonda, il senso di appartenenza e la convinzione intima che ognuno abbia il proprio posto e valore nell’impresa. All’interno delle organizzazioni lavorative il professionista formato come COUNSELLOR, facilita la critica costruttiva, la risoluzione positiva dei conflitti e lo spirito collaborativo, per rafforzare il team di lavoro.

Il COUNSELLOR è un professionista della relazione di aiuto, con una “tradizione” ormai consolidata nel mondo anglosassone e statunitense, che si colloca, anche in Italia, tra le professioni impegnate nel sociale. Offre il suo tempo, la sua attenzione interessata e partecipativa, nonché il suo rispetto a chi si trova in una condizione di difficoltà e di incertezza, con la necessità di chiarire alcuni aspetti di sé, anche in rapporto all’ambiente che lo circonda. Aiutare gli altri ad aiutarsi è una delle funzioni principali del COUNSELLOR.

Il COUNSELLOR si occupa di situazioni che riguardano l’area del benessere, in cui la necessità è quella di potenziare i punti di forza della persona che si trova in difficoltà. Si focalizza pertanto sul “qui e ora”, sulla problematica del presente. Le finalità di intervento sono il supporto, l’orientamento, lo sviluppo dell’autonomia decisionale e il training di abilità specifiche. Le competenze del COUNSELLOR integrano quelle di altre professioni, ad esempio quelle che operano in campo educativo (insegnanti, allenatori, educatori) e sanitario (fisioterapisti, medici, infermieri).

CORSO BIENNALE

Vuoi diventare counselor?

Metodologia teorico – esperienzale

Più di 400 ore con teoria e pratica

Scarica il PDF completo del corso

CORSO TRIENNALE

La formazione più completa

Riconosciuto da AICo

Più di 900 ore con teoria e pratica

Scarica il PDF completo del corso

Auris è una scuola riconosciuta e certificata AICo